BachecaIncontri ExtravagantiNews

‘RITORNI EXTRAVAGANTI’: LUCA BIANCHINI presenta il suo ultimo romanzo ‘SO CHE UN GIORNO TORNERAI’

COMUNICATO STAMPA

Oggetto:‘Ritorni Extravaganti’:
LUCA BIANCHINI , So che un giorno tornerai , Mondadori 2018
Aula Magna ‘L. Scillitani’ Liceo classico ‘V. Lanza’ di Foggia
Giovedì 13/12/2018 h. 11.00

“Alla fine, ognuno di noi s’innamora di chi ci guarda per un attimo
e poi ci sfugge per sempre.”
Luca Bianchini,So che un giorno tornerai

Luca Bianchini vuole molto bene al Liceo classico ‘Lanza e naturalmente non poteva non esserci, nonostante i suoi impegni da ‘superstar’ durante i Festeggiamenti per i 150 anni del ‘Lanza’ : tutti ci ricordiamo di quando l’8 maggio di quest’anno, ospite d’onore del ‘LANZINFESTA Special Edition ci aveva detto che proprio quel giorno aveva terminato il suo ultimo romanzo.
Eccolo allora qui, ancora tra noi,mentre è nelle sale cinematografiche il film tratto dal suo libro ‘Nessuno come noi’ ( tra gli interpreti Alessandro Preziosi e Sarah Felberbaum) , in questo Gran finale dicembrino delle Celebrazioni dei 150 anni del ‘Lanza’ per presentare il suo ultimo romanzo, dal respiro ‘epico’ e al tempo stesso quotidiano , come solo lui sa fare:

LUCA BIANCHINI , So che un giorno tornerai , Mondadori 2018
Aula Magna ‘L. Scillitani’ Liceo classico ‘V. Lanza’ di Foggia
Giovedì 13/12/2018 h. 11.00

secondo appuntamento degli ‘Incontri Extravaganti’del Liceo classico ‘Lanza’ di Foggia, organizzati con il patrocinio del Comune di Foggia , dell’Università degli Studi di Foggia, della Fondazione dei Monti Uniti

Bianchini ha scritto un libro importante, dolce e malinconico al tempo stesso che ci fa comprendere che la vita va presa con leggerezza, che il quotidiano va preso con serenità, senza farne sempre questioni di principio.
Luca Bianchini vive nella quotidianità dei suoi personaggi e in mezzo alle persone. Acuto e sensibile, ottimo scrittore dalla parola precisa e fulminante, grande comunicatore, Bianchini coglie tra le storie della gente comune , quelle che gli sembrano più fantasiose , anche se vere e le trasforma con maestria in godibile letteratura.
Questo romanzo è ambientato a Trieste, città dalla ‘scontrosa grazia’, per dirla con Saba. Dice l’autore:

‘Trieste è una città in cui mi piace sempre tornare, ma in cui faccio fatica ad andare. Mi sembrava inoltre che questa scelta alzasse l’asticella della difficoltà di raccontare questa storia, ambientandola appunto in una città così complessa come Trieste, una città-stato che ha regole sue, un suo linguaggio, in cui devi entrare in contatto con la gente discretamente’

Trama
Siamo alla fine degli anni ’60, a Trieste. Angela non ha ancora vent’anni quando diventa madre, una mattina a Trieste alla fine degli anni Sessanta. Pasquale, il suo grande amore, è un “jeansinaro” calabrese, un mercante di jeans, affascinante e già sposato. Lui le ha fatto una promessa: “Se sarà maschio, lo riconoscerò”. Angela fa tutti gli scongiuri del caso ma nasce una femmina: Emma. Pasquale fugge immediatamente dalle sue responsabilità, lasciando Angela crescere la bambina da sola insieme alla sua famiglia numerosa e sgangherata. I Pipan sono capitanati da un nonno che rimpiange il dominio austriaco, una nonna che prepara le zuppe e quattro zii: uno serio, un playboy e due gemelli diversi che si alternano a fare da babysitter a Emma. Lei sarà la figlia di tutti e di nessuno e crescerà così, libera e anticonformista, come la Trieste in cui vive, in quella terra di confine tra cielo e mare, Italia e Jugoslavia. Fino al giorno in cui deciderà di mettersi sulle tracce di suo padre, e per lui questa sarà l’occasione per rivedere Angela, che non ha mai dimenticato.

L’AUTORE
Luca Bianchini è nato a Torino nel 1970 e ama scrivere in cucina. Con Mondadori ha pubblicato i romanziInstant love (2003), Ti seguo ogni notte (2004), la biografia di Eros Ramazzotti, Eros – Lo giuro (2005), Se domani farà bel tempo (2007), Siamo solo amici (2011),Io che amo solo te e La cena di Natale di Io che amo solo te (2013) – da cui sono stati tratti due film di grande successo -, Dimmi che credi al destino (2015) eNessuno come noi (2017), in uscita sul grande schermo, e So che un giorno tornerai in libreria da ottobre

Il ‘Ritorno Extravagante’ con Luca Bianchini , organizzato dal Liceo classico ‘Lanza’ , con la collaborazione della Libreria Ubik e con il contributo speciale del Gruppo Salatto e del Gruppo Telesforo, prevede questo programma:

Giovedì 13 dicembre 2018
Aula Magna ‘L. Scillitani’ Liceo classico ‘V. Lanza’ di Foggia
h. 11.00: Saluti:
Dott.ssa Anna Paola Giuliani (Assessore alla Cultura Comune di Foggia)
Avv.ssa Claudia Lioia (Assessore alla Pubblica Istruzione Comune di Foggia)
Prof. Aldo Ligustro (Presidente Fondazione dei MONTI UNITI di Foggia )
Prof. Giuseppe Trecca (Dirigente Scolastico Liceo Classico “V.Lanza”- Liceo
Artistico” Perugini”)

Intervento:
Tony di Corcia ( Scrittore)

LUCA BIANCHINI
presenta la sua opera

Conduce : Mariolina Cicerale (Docente Liceo classico ‘V. Lanza’’)

h.19.00 Libreria Ubik
Michele Trecca (critico letterario) dialoga con LUCA BIANCHINI

P.S. : gli ‘Incontri extravaganti’ non sono dedicati solo ai lettori,
ma a quanti sono appassionati di vita
(’Per saper leggere bisogna saper vivere’ – Guy Debord )
L’iniziativa è una proposta culturale per la città.

Cordiali saluti
Mariolina Cicerale
(Responsabile Iniziative culturali del Liceo classico Lanza)

Allegati